Il nostro blog

Rete: con l’APM più visibilità, controllo e ottimizzazione

k

26 Giugno 2017

Global Services

I post dei nostri autori:  Global Services , Siamo uno dei principali business communications provider globali

LinkedInTwitterYouTubeSlideshare

Tutte le organizzazioni stanno affrontando, in un modo o nell’altro, la trasformazione digitale e la performance delle applicazioni è cruciale per aumentare efficienza e produttività e, quindi, per consentire di adottare modalità di lavoro più ‘digitali’. Come fare quindi a sfruttare meglio le reti aziendali, facendole lavorare di più?

Adottando l’application performance management (APM) e una WAN ibrida. 

APM è un Servizio che monitora la performance sia della rete sia delle applicazioni aziendali. Sulla base dei dati acquisiti è poi in grado di suggerire come ottimizzare le prestazioni, permettendo in questo modo di sfruttare al massimo le risorse – il che significa dare la miglior end-user experience, per tutte le applicazioni e a tutti gli utenti utilizzando reti pubbliche, private o ibride.

Grazie all’APM, la visibilità e il controllo delle applicazioni possono essere granulari a livello di sessione. In questo modo tutte le applicazioni business critical come Office 365, Skype for Business, ERP, CRM, e UCC hanno prestazioni elevate assicurate. Il concetto di granularità significa che ogni utente avrà la user experience ottimale senza che questo impatti altri utenti sulla stessa rete – anche se si tratta di una sede secondaria.

Per l’ottimizzazione, l’APM effettua la path selection dinamica. In questo modo le WAN ibride possono erogare performance ed efficienza applicativa superiori, scegliendo automaticamente il percorso di rete migliore per le sessioni applicative utente, sulla base degli obiettivi di business, permettendo di allocare nel modo più efficiente tutta la capacità di rete, in tempo reale.

In generale quindi l’APM permette di utilizzare al meglio le WAN ibride per aiutare le organizzazioni ad avere il pieno controllo della trasformazione digitale.

E per utilizzare al meglio l’APM? La risposta è l’APM-as-a Service. APM-as-a-service offre infatti tutti i benefici dell’APM ma in un modo più flessibile, adattabile e semplice da controllare.

Grazie a questa flessibilità le organizzazioni possono prendere più facilmente il controllo del cambiamento legato al passaggio a reti ibride o dinamiche, all’interno del più ampio processo di trasformazione digitale.
BT e Infovista realizzano insieme il servizio Connect Intelligence InfoVista, che permette di modulare l’adozione e l’utilizzo dei servizi APM dal momento che è possibile pagare in modalità pay per use, a tutto vantaggio del controllo dei costi, superiore a quello di una rete tradizionale.

Maggiori info sul nostro servizio APM.

Post originale di Ricardo Belmar , Senior Director for Enterprise Product Marketing, InfoVista.