notizie

BT Italia partner tecnologico dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service 2016 della School of Management MIP

(14 Gennaio 2016)

L’Osservatorio intende affiancare CIO ed Executive nel processo di trasformazione di applicazioni e infrastrutture ICT che sfrutti le potenzialità del Cloud, favorendo l’incontro e lo sviluppo di una community che vede coinvolta domanda e offerta delle tecnologie ICT.

CloudBT Italia apporterà il proprio contributo per la realizzazione della sesta edizione dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, in qualità di Partner tecnologico.

L’Osservatorio si pone l’obiettivo di analizzare e spiegare il fenomeno Cloud, stimandone entità e trend e facendo chiarezza sui percorsi di evoluzione IT verso il Cloud e sui modelli architetturali abilitanti, studiando gli impatti sul business delle aziende e sui modelli di filiera ICT, con il fine ultimo di evidenziare come il Cloud possa offrire risposte per innovare le imprese e rilanciare il Paese.

L’Osservatorio intende affiancare i CIO ed Executive di linee di business nel processo di evoluzione della gestione e dello sviluppo delle applicazioni e infrastrutture ICT in vista di una valorizzazione delle potenzialità del Cloud favorendo l’incontro e lo sviluppo di una community che vede coinvolta domanda e offerta delle tecnologie ICT.

BT Italia, insieme agli altri sostenitori della Ricerca, contribuirà a promuovere uno dei trend tecnologici che sta trasformando i modelli di offerta dell’ICT, il cloud, e a supportare le aziende end user nell’analisi e nella valutazione degli impatti organizzativi e architetturali, attraverso il supporto alla realizzazione di un’indagine estesa ad aziende italiane di diversi settori merceologici e di numerosi casi di studio, la partecipazione a workshop dedicati ai temi più caldi concernenti il Cloud e al convegno di presentazione dei risultati finali e, infine, il contributo alla definizione di roadmap organizzative e tecnologiche verso il Cloud. La Ricerca dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service si basa su un’analisi empirica, che attraverso survey e casi di studio coinvolge ogni anno oltre 500 aziende della domanda, tra cui CIO di grandi imprese italiane e Responsabili IT delle PMI.

Nota

Le ombre che rendevano il Cloud un fenomeno talvolta incompreso e incapace di incidere realmente sulle scelte delle imprese sembra siano finalmente svanite. Il Cloud si conferma oggi un trend in atto e inarrestabile, grazie al quale le organizzazioni stanno cambiando il modo di fruire le tecnologie e di innovare i processi aziendali.

Adottare consapevolmente il Cloud in azienda è frutto di un percorso di sperimentazione, comprensione e maturità. Oggi le grandi aziende hanno compreso l’importanza del Cloud e cosa fare attraverso il Public Cloud.

Si è osservato che esistono strade e approcci differenti. Da una parte il Public Cloud che può offrire scalabilità di servizio e maggiore flessibilità, che permette di variabilizzare i costi e semplificare la gestione infrastrutturale e applicativa, permettendo di rifocalizzare le attività delle risorse umane.

Dall’altra parte, l’approccio interno, orientato a creare le condizioni abilitanti al Cloud, la Cloud Enabling Infrastructure. Due strade molto diverse: la prima disruptive e veloce, la seconda più complessa, una via questa che richiede investimenti, scelte e percorsi abilitanti l’evoluzione e l’aggiornamento del patrimonio infrastrutturale e applicativo esistente, che favorisce e promuove l’utilizzo dei servizi Public Cloud e prevede un percorso meno estemporaneo, ma maggiormente connesso con le strategie di evoluzione del Sistema Informativo aziendale.

Gli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano, nati nel 1999 sono oggi il punto di riferimento sull’Innovazione Digitale in Italia attraverso attività di Ricerca, Comunicazione e Formazione. Gli Osservatori svolgono Ricerche scientifiche finalizzate a creare e diffondere cultura nel nostro Paese su opportunità e impatti di soluzioni, servizi e tecnologie digitali, grazie anche al confronto e all’aggregazione delle aziende della domanda e dell’offerta, coinvolte in un Network neutrale e precompetitivo (www.osservatori.net).

Media Contact

Carlo Ridolfi
Media Relations Manager, BT Italia
Tel: +39 02 75292.260; Fax: +39 02 75292.771
E-mail: carlo.ridolfi@bt.com