notizie

Comunicato Stampa – BT lancia BT Assure Threat Intelligence

DC15-024 (10 Febbraio 2015)

Un nuovo servizio per aiutare le organizzazioni a contrastare le minacce informatiche

BT ha annunciato oggi il lancio di BT Assure Threat Intelligence, un nuovo servizio pensato per aiutare le aziende a prevenire e a difendersi dalle minacce informatiche, proteggendo asset, clienti e dipendenti.

Dagli attacchi DDoS all’hackeraggio e il furto di dati, il cybercrime è un fenomeno in crescita, e i criminali informatici divengono sempre più sofisticati. Infatti in una recente indagine condotta da BT1 presso i responsabili decisionali IT, più di metà degli intervistati (59%) ha affermato che l’efficacia degli attacchi DDoS contro le misure di sicurezza IT sta progressivamente aumentando e il 40% non è convinto che la propria azienda sia preparata a difendersi dagli attacchi DDoS. La mancata protezione dei sistemi aziendali da tali violazioni può comportare non solo la perdita di dati, ma anche significativi costi e interruzioni dell’attività, danni all’immagine, procedimenti legali e possibili sanzioni.

BT Assure Threat Intelligence è stata disegnata per dare alle organizzazioni un servizio globale h24 di monitoraggio e assessment delle minacce informatiche, contribuendo così a tutelare i loro dati elettronici e a proteggere gli interessi di azionisti e clienti. È’ stata progettata per minimizzare i rischi, incrementare il livello di sicurezza e a dare informazioni sulle minacce informatiche future reali e potenziali, per dare modo all’IT di intervenire su eventuali vulnerabilità e ridurre il profilo di rischio.

Il servizio offre funzionalità di intelligence reporting altamente personalizzabili, il che significa che le minacce possono essere individuate tempestivamente. Le organizzazioni possono essere proattive e sviluppare contromisure per limitare le vulnerabilità prima che possano essere sfruttate dagli aggressori esterni. Il servizio offre anche indicazioni correttive in caso le vulnerabilità siano invece effettivamente sfruttate.

I clienti hanno a disposizione un’ampia gamma di opzioni di intelligence reporting predefinite, abbinate a soluzioni su misura per rispondere alle loro esigenze specifiche. Le opzioni personalizzate includono: workshop face-2-face per determinare gli asset a rischio, requisiti di intelligence supplementari, consulenza per un’implementazione efficiente di risorse e nuove tecnologie contro i vettori di attacco già noti o in embrione, e per l’impostazione di processi su come utilizzare e condividere internamente le informazioni.

Grazie a numerose partnership strategiche con aziende d’eccellenza, BT Assure dispone di una rete di raccolta delle informazioni ottimale , formata da circa 2.000 esperti di sicurezza e consulenti professionisti in tutto il mondo. Ecco perchè è in grado di offrire un quadro completo delle minacce informatiche, analizzando i dati provenienti da 14 Security Operation Center globali (tra cui anche quello di Milano) operativi 24 ore su 24, senza interruzioni (“follow-the-sun” SOC).

Il nostro scopo è garantire ai clienti quella tranquillità d’animo che deriva dal sapere come individuare le minacce e come creare un sistema di difesa efficace. Per questo è cruciale un cyber intelligence reporting preciso e puntuale. In qualità di operatore di rete globale, BT dispone degli strumenti necessari ad identificare minacce di qualsiasi natura, potenziali o già rilevate. Siamo in grado di ricavare moli enormi di informazioni da un insieme di fonti, sia umane che tecniche, e valutare rischi e minacce per aiutare le aziende a sopravvivere, espandersi e prevenire le problematiche che si profilano all’orizzonte.”
- Mark Hughes, President BT Security

BT

BT è tra i maggiori provider al mondo di servizi e soluzioni di comunicazione, con clienti in più di 170 paesi. Tra le attività principali rientrano l’offerta di servizi IT integrati a livello globale, servizi di telecomunicazione locale, nazionale e internazionale per l’utilizzo in ambito domestico, lavorativo e mobile, prodotti e servizi per Internet, TV e banda larga, e soluzioni integrate fisso/mobile. BT comprende cinque divisioni principali, ciascuna con una specifica linea di business: BT Global Services, BT Business, BT Consumer, BT Wholesale e Openreach.

BT Group ha chiuso l’esercizio finanziario conclusosi il 31 marzo 2014 con un fatturato di 18.287 milioni di sterline e un utile lordo di 2.312 milioni di sterline.

British Telecommunications plc (BT) è una società controllata al 100% da BT Group plc ed operante con le attività e i beni di BT Group. La società BT Group plc è quotata sulla borsa di Londra e New York.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.btplc.com .

BT Security

Con 70 anni di esperienza nel settore, BT Security opera a livello mondiale per aiutare le aziende, operanti in ogni settore, ad anticipare le minacce informatiche e a ridurre incertezza e complessità in tema di sicurezza. Mettiamo a disposizione soluzioni end-to-end che consentono di dotarsi di maggiori livelli di sicurezza, in un momento storico che vede le aziende stanziare budget insufficienti rispetto all’intero panorama delle minacce.

Il sofisticato approccio alla base delle nostre attività nel settore sicurezza prevede un’attenzione particolare verso le risorse, le persone e i processi delle aziende, unita a soluzioni di intelligence di rete e di sicurezza informatica che consentano ai clienti di tenere sotto controlli i rischi. BT Security protegge sia BT sia i suoi clienti, che si affidano a un team internazionale di 1.300 esperti del settore, 600 specialisti in tutto il mondo e un team preposto ai servizi professionali composto da circa 4.000 persone.

BT Assure Threat Intelligence fa parte del portafoglio BT Assure Intelligence, che comprende:

  • Assure Threat Monitoring
  • Assure Vulnerability Scanning
  • Assure Threat Defence
  • Assure Analytics
  • Assure Log Retention

Per ulteriori informazioni su BT Security, visitare il sito www.bt.com/btassure/securitythatmatters

Note per la stampa

1 La ricerca pubblicata da BT a maggio 2014 ha analizzato le dinamiche e il livello di preparazione delle aziende nell’ambito degli attacchi Denial of Service distribuiti (DDoS). Lo studio si basa su 640 interviste ai responsabili decisionali IT di grandi imprese (oltre 1000 dipendenti) in undici Paesi – Regno Unito, Francia, Germania, Stati Uniti, Spagna, Brasile, Medio Oriente, Hong Kong, Singapore, Sudafrica e Australia – e svariati settori – fra cui finanziario, retail e pubblico. La ricerca è stata condotta da Vanson Bourne per conto di BT.

Carlo Ridolfi
Media Relations Manager, BT Italia
Tel: +39 02 75292.260; Fax: +39 02 75292.771
E-mail: carlo.ridolfi@bt.com