notizie

Comunicato Stampa: BT lancia il servizio di Ethical Hacking per aumentare la sicurezza delle connected car

DC15-166 (20 Aprile 2015)

BT porta all’industria automobilistica la sua expertise nel campo della security, per proteggere i veicoli dalle minacce cyber

Connected CarsBT ha annunciato oggi il lancio di "BT Assure Ethical Hacking per i veicoli", un nuovo servizio di sicurezza sviluppato per verificare l'esposizione ai cyber attacchi dei veicoli connessi e per aiutare tutti gli operatori del mercato a sviluppare soluzioni di sicurezza.

I veicoli connessi - che possono essere non solo autovetture ma anche camion, autobus, bulldozer o qualsiasi altro tipo di veicolo commerciale – si avvalgono di una varietà di opzioni di connettività, tra cui Wi-Fi, collegamenti dati mobili 3G o 4G, Bluetooth e altre tecnologie wireless. Queste forniscono una serie di nuove funzionalità on-board e di servizi a valore aggiunto, come i sistemi per prevedere e aggirare gli ingorghi, per ridurre le emissioni di anidride carbonica, per migliorare la sicurezza e le prestazioni del veicolo. I veicoli sono inoltre sempre più connessi attraverso sistemi elettronici come strumenti di navigazione, di infotainment e di monitoraggio della sicurezza.

Il proliferare di queste tecnologie genera nuove preoccupazioni legate alla possibilità sia degli hacker di ottenere accesso e controllo alle funzioni e alle caratteristiche essenziali di tali veicoli sia di altri soggetti di utilizzare le informazioni sulle abitudini dei guidatori per scopi commerciali, senza che i guidatori stessi lo sappiano e acconsentano. Anche per i veicoli, come per tutti gli altri dispositivi connessi all’"Internet of Things", la sicurezza e l'integrità dei dati sono di fondamentale importanza per impedire che avvengano accessi non autorizzati o che venga preso il controllo da remoto.

BT ha un eccellente e riconosciuto team globale di specialisti della sicurezza che comprende "ethical” hacker, che utilizzano un metodo standardizzato per testare i sistemi imitando gli attacchi degli hacker veri e propri, segnalano le eventuali vulnerabilità e forniscono raccomandazioni su come proteggersi. BT ora estende questa competenza, con l’obiettivo di dare consulenza a costruttori di autoveicoli, compagnie di assicurazione e altri attori del mercato automobilistico, in modo da individuare e rimuovere le vulnerabilità prima che un nuovo veicolo venga messo sul mercato. Per assicurare che un'automobile rimanga poi sicura durante tutto il suo ciclo di vita, BT offrirà un supporto continuativo, per mantenere la sicurezza anche contro le minacce nuove ed evolute.

BT Assure Ethical Hacking per i veicoli comprende una serie di test mirati alle "superfici di attacco" del veicolo. Queste sono costituite sia dalle interfacce che sono accessibili all'interno della vettura, come ad esempio i collegamenti Bluetooth, le porte USB o il driver DVD, sia le connessioni esterne, quali i collegamenti alle reti mobili o all’alimentazione. BT guarda alla sicurezza end-to-end testando e verificando tutti i sistemi che interagiscono con il veicolo connesso. L'obiettivo finale è quello di identificare le vulnerabilità che permetterebbero un'alterazione non autorizzata delle impostazioni di configurazione o l’introduzione di malware. Questi sistemi remoti possono includere i computer portatili di chi fa manutenzione, i fornitori di infotainment e altri sistemi di supporto.

Hubertus von Roenne, Vice President Global Industry Practices di BT Global Services, ha dichiarato: "I veicoli sono ora dispositivi connessi, che pongono a produttori e fornitori un insieme di sfide di sicurezza completamente nuovo. Ad esempio abbiamo visto automobili infettate da malware mentre si stavano ricaricando, perché nessuno si aspettava che questo fosse possibile. Noi usiamo l'esperienza e le conoscenza dei nostri consulenti di Ethical Hacking per identificare queste vulnerabilità - prima che lo facciano altri. BT ha decenni di esperienza nella sicurezza dei dispositivi connessi e dei sistemi embedded, in vari settori, e siamo molto orgogliosi di poter mettere ora a disposizione dell’industria automobilistica questa esperienza".

Nel giro di pochi anni la maggior parte dei veicoli prodotti sarà connessa a Internet o ad altre reti, per la navigazione, la manutenzione, il cooperative driving o per finalità di intrattenimento, e i conducenti si aspetteranno per tutto questo la stessa usabilità dei loro smartphone. Ciò comporta per l'industria automobilistica sfide complesse, dal momento che le macchine sono dotate di una serie di sistemi integrati che non sono stati progettati per essere connessi al mondo esterno. L'industria ha bisogno che fornitori, specialisti della sicurezza e organismi di certificazione uniscano le proprie forze, per concordare un approccio comune e definire le interfacce e gli standard di sicurezza per le Connected Car."
- Udo Steininger, Head of Assisted and Automated Driving, TÜV SÜD

TÜV SÜD

Con sede a Monaco di Baviera, Germania, e fondata nel 1866, TÜV SÜD è una delle aziende fornitrici di servizi tecnici più importanti del mondo, con più di 20,000 dipendenti in 800 sedi e clienti ovunque nel mondo. Maggiori informazioni su www.tuv-sud.com

BT

BT è tra i maggiori provider al mondo di servizi e soluzioni di comunicazione, con clienti in più di 170 paesi. Tra le attività principali rientrano l’offerta di servizi IT integrati a livello globale, servizi di telecomunicazione locale, nazionale e internazionale per l’utilizzo in ambito domestico, lavorativo e mobile, prodotti e servizi per Internet, TV e banda larga, e soluzioni integrate fisso/mobile. BT comprende cinque divisioni principali, ciascuna con una specifica linea di business: BT Global Services, BT Business, BT Consumer, BT Wholesale e Openreach.

BT Group ha chiuso l’esercizio finanziario conclusosi il 31 marzo 2014 con un fatturato di 18.287 milioni di sterline e un utile lordo di 2.312 milioni di sterline.

British Telecommunications plc (BT) è una società controllata al 100% da BT Group plc ed operante con le attività e i beni di BT Group. La società BT Group plc è quotata sulla borsa di Londra e New York.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.btplc.com

Carlo Ridolfi
Media Relations Manager, BT Italia
Tel: +39 02 75292.260; Fax: +39 02 75292.771
E-mail: carlo.ridolfi@bt.com

Risorse disponibili

Documenti di specifica